skip to Main Content
Biodiversità In Concerto

Un nuovo ritmo – Biodiversità in concerto. Visita-ascolto gratuita al Real Bosco di Capodimonte

Domenica 4 luglio 2021 dalle ore 9.00 alle ore 10.30 Un nuovo ritmo – Biodiversità in concerto, una speciale visita ornitologica gratuita per ascoltare l’avifauna nidificante nel Real Bosco di Capodimonte e scoprire quali specie di uccelli lo abitano, come riconoscerle attraverso il canto, come comunicano tra loro.

L’iniziativa è a cura dell’Associazione Animal Day Napoli e dell’Associazione Ornitologica Ardea, con Rosario Balestrieri, presidente dell’associazione Ardea, ornitologo, segretario nazionale del Centro Ornitologico Italiano e Stella Cervasio, giornalista di Repubblica e garante per i diritti degli animali per il Comune di Napoli.

Molte sono le specie che vivono nascoste nel Real Bosco di Capodimonte, ma gli incontri sono sempre possibili specialmente se delle guide esperte ci invitano ad osservare ed ascoltare la natura.

Esiste un “mondo di mezzo” tra la città e il cielo, popolato da alberi che parlano perché sono abitati dagli uccelli e da animali che a volte sconfinano nella vicina città – ci racconta Stella Cervasio.

Definita una vera e propria foresta, il Real Bosco è prediletto dagli studiosi per le sue caratteristiche di ecosistema complesso in cui sono rappresentate tutte le componenti di un habitat naturale: dalla prateria agli alberi che ospitano specie diversissime.

“La più numerosa è quella degli uccelli, con oltre cento specie – spiega Rosario Balestrieri – tra nidificanti, migratori e svernanti. Il simbolo di Capodimonte è rappresentato dagli uccelli cavitari, che fanno il nido nelle cavità di alberi di diametro maggiore: il picchio, lungo quindici centimetri, ha bisogno di un albero con una circonferenza dal raggio di almeno trenta centimetri per poter nidificare. Sui filari di alberi si trovano nidi sui tronchi e questo li rende vulnerabili, perché facilmente identificabili dai predatori e volte suscettibili di diventare vere trappole ecologiche. A Capodimonte, data la presenza di grandi alberi, il problema non esiste o è ridotto”.

 

Picchio rosso maggiore

 

La natura si è ripresa i suoi spazi: il lockdown, il diradamento della presenza umana nel corso della pandemia ci hanno permesso di osservare come in poco tempo le acque dei fiumi fossero diventate più pulite, e nuove presenze si registrassero nei porti (delfini e squali) e le strade delle città italiane fossero attraversate da animali selvatici di solito difficili da vedere, come volpi, tassi, istrici e altre specie.

Con il cosiddetto ritorno alla normalità la natura sembra tornare negli angoli in cui l’avevamo relegata.

L’iniziativa “Un ritmo nuovo – Biodiversità in concerto”, parafrasando il linguaggio dei festival estivi, mira in realtà ad osservare e ascoltare la natura nel parco urbano più grande della città di Napoli, a visitarlo senza correre ed in silenzio, per comprendere quali specie di uccelli – i nostri cantori – ci vivono, come è possibile riconoscerle attraverso il canto.

Nel corso della visita sarà possibile imparare come gli uccelli comunicano tra loro e soprattutto come, ciascuno di noi facendo la propria parte, possa tutelare l’avifauna del Comune di Napoli.

Nel corso della passeggiata si potrà utilizzare l’App gratuita INaturalist, per non perdere le osservazioni fatte e per condividerle con la comunità scientifica.

Appuntamento a Porta Grande del Real Bosco di Capodimonte.

La visita si svolgerà nel rispetto del protocollo anti-covid.

 

Prenotazioni alla mail animaldaynapoli@gmail.com

Leggi anche Alla scoperta degli animali che vivono nel Real Bosco di Capodimonte

 

Back To Top