skip to Main Content

Solitaire con ritratti desunti dall’antico

Real Fabbrica Ferdinandea, Solitaire con ritratti desunti dall’antico, 1795-1800

porcellana dipinta e dorata

Marca: N coronata in blu sotto la tazzina

Acquisizione 2021 in collaborazione con la Fondazione Campania dei Festival

Tutti i ritratti sono dipinti in camaieu su fondo bruno scuro racchiusi in riserve circolari incorniciati da una fascia bianca delimitata da un sottile fregio in oro e filetto nero in modo da ben risaltare sul fondo verde limone.

Il motivo della cornice bianca con il fregio dorato e il filetto nero è riportato sui bordi di tutti i pezzi. Il decoro di questo solitaire rientra nei motivi decorativi che andarono sempre più affermandosi nella fabbrica borbonica a partire dal 1785 sulla scia dell’interesse sempre crescente verso quel neoclassicismo legato alla continua scoperta di opere archeologiche che venivano alla luce durante gli scavi iniziati al tempo di Carlo di Borbone nell’area ercolanense.

I nove busti scelti da Domenico Venuti, Direttore della Real Fabbrica della porcellana che al contempo rivestiva anche la carica di Direttore Generale degli Scavi del Regno, riproducono proprio nove fra le più note sculture rinvenute a Ercolano nel peristilio della Villa dei Papiri, bronzi da lui utilizzati anche in precedenza per formare il Dessert in biscuit da inviare in Spagna a Carlo III a completamento del Servizio Ercolanese.

Tuttavia, mentre le scene riprese da pitture murali o da mosaici, forse per la viva coloritura che così bene veniva esaltata dal bianco della porcellana, vennero riprodotte subito dopo la nomina di Venuti (dal 1780) in diverse varianti su servizi di tazze, vasellame da tavola e oggetti decorativi, più rare risultano le riproduzioni miniate di statue e bronzi.

 

L’insieme comprende:

– un Plateau di forma ovale con bordi ad andamento ondulato, con al centro il busto di Platone, dim. cm 37,2 x 25;

– una Caffettiera ovale a forma di teiera completa di coperchio con i busti di Seneca e di Platone, h cm 9,5, larghezza cm 16,5 x 7;

– una Lattiera completa di coperchio con Caio Caligola e Emilio Lepido, h cm 9;

– una Zuccheriera completa di coperchio con Scipione l’Africano e Epicuro, h cm 8 x 7,7;

– una Tazza con piattino: la tazza con il busto di Eraclito, h cm 7,7 x 6,2; il piattino con Berenice d’Egitto, diametro cm 13,5.

Back To Top